Lonato del Garda

 
 
Lonato del Garda sorge in un’ampia zona di origine morenica, sulla sponda sud-ovest del Lago di Garda, in una splendida posizione che permette di dominare il lago e la pianura bresciana.
 
Tra chiazze di verde, mura antiche e silenziosi giardini protetti da cancellate in ferro battuto e portoni socchiusi, Lonato del Garda –sorprendente per il suo aspetto da antico borgo murato e le sue bellezze architettoniche- possiede una ricca varietà di monumenti assai ben conservati.
 
Spicca sulla collina il complesso composto dalla Rocca Visconteo-Veneta, che domina la città, e dalla Casa del Podestà, di origine quattrocentesca, entrambe di proprietà della Fondazione Ugo da Como.
 
Completano il profilo della città l’imponente cupola della Basilica di San Giovanni Battista, le Torre Civica merlata e i due campanili della preziosissima Chiesa della Beata Vergine del Corlo, piccolo gioiello cinquecentesco ricco di tesori nascosti, e della Chiesa di Sant’Antonio Abate, poste entrambe nei pressi della graziosa Cittadella veneta, un tempo fortificata, all’interno del tessuto urbano.
 
Dove l’abitato lascia il posto alle colline boscate e ai campi l’antica Pieve Romanica di San Zeno, dalla cima di un piccolo colle isolato, ricorda le antiche origini del borgo lonatese mentre il vicino Santuario della Madonna di San Martino testimonia la profonda devozione popolare dei lonatesi.
 
Campi, siepi, viottoli, piccoli specchi d’acqua, boschi di roverella, verdi colline e prati caratterizzano il vasto territorio comunale percorribile a piedi o in bicicletta per scoprire angoli ameni , improvvisi panorami verso il lago o la pianura, essenze floreali inaspettate che colorano differentemente le varie stagioni.
 
Un territorio sorprendente, a pochi passi dal lago, scelto dall’uomo fin dalle antiche età del Neolitico e del Bronzo come luogo favorevole per la vita e l’insediamento, a disposizione dei visitatori oggi per ritrovare arte, cultura, natura e buona cucina.
   Cultura, eventi e turismo a Lonato del Garda